Crea sito

Categorized | ISIS, Politica

Gas Sarin all”Isis dalla Turchia

I Terroristi dello stato islamico in Siria hanno ricevuto tutto il materiale necessario per la produzione del mortale Gas Sarin attraverso la Turchia, il deputato turco Eren Erdem ha detto che non ci sono motivi per ritenere che ci sia stata una copertura.

Gas Sarin direttamente dalla Turchia

Il principale partito di opposizione (CHP) nella persona del membro repubblicano del popolo, Erdem, ha sollevato la questione per il dibattito pubblico in Parlamento la scorsa settimana, citando testimonianze di un caso penale bruscamente chiuso. Ha accusato Ankara di non riuscire a indagare su quali siano le vie di rifornimento utilizzate per fornire i terroristi degli ingredienti per il gas sarin tossico.

“Ci sono alcuni dati in questa accusa. Alcuni materiali per le armi chimiche vengono portate in Turchia e messi insieme in Siria nei campi dell’ ISIS, già noto come di Al Qaeda in quel periodo “, ha detto Erdem .

gas sarinIl Gas Sarin è un prodotto chimico di tipo militare che è stato utilizzato in un attacco famigerato a Ghouta e in diversi altri quartieri nei pressi della capitale siriana di Damasco nel 2013. Gli attacchi sono stati segnalati dalla leadership siriana, che a sua volta ha accettato di sbarazzarsi di tutte le scorte di armi chimiche in accordo mediato dall’ONU dopo una minaccia imminente di un intervento degli Stati Uniti.

Giovedi, Erdem ha mostrato una copia del numero di procedimento penale 2013/120 che è stato aperto dalla Procura della Repubblica Generale nella città di Adana nel sud della Turchia.

Dall’inchiesta è emerso che un certo numero di cittadini turchi ha partecipato ai negoziati con lo Stato islamico (IS, ex ISIS / ISIL) rappresentanti la fornitura di gas sarin. Indicando le prove citate nella causa penale, ha detto che le conversazioni telefoniche intercettate hanno dimostrato che un militante di al-Qaeda, Hayyam Kasap, ha acquisito gas sarin.

“Questi sono tutti i dati rilevati. Ci sono le registrazioni telefoniche di questa spedizione e di come ‘non ci fosse bisogno di preoccuparsi per il confine, perchè qualcuno si sarebbe preso di cura di questo’ e che si potesse aggirare la burocrazia “, ha continuato Erdem.

Sulla base delle prove raccolte le autorità di Adana hanno condotto un raid e arrestato 13 sospetti . Ma una settimana dopo, inspiegabilmente, il caso è stato chiuso e tutti i sospettati immediatamente hanno attraversato il confine turco-siriano, .

“Le registrazioni telefoniche d’accusa mostrato tutti i dettagli da come la spedizione sarebbe stata fatta a come è stata preparata, dal contenuto dei laboratori alla fonte dei materiali. Quali camion stavano per essere utilizzati, tutte le date, Dalla A alla Z, tutto è stato registrato. Nonostante tutte queste prove, i sospettati sono stati rilasciati “, ha detto.

“E la spedizione è avvenuta” Erdem aggiunto. “Perché nessuno li ha fermati. Ecco perché forse il gas sarin utilizzato in Siria è il risultato di tutto questo. “

Erdem ha detto che secondo alcune prove l’ Industry Corporation Turca è stata coinvolta, con alcune voci non confermate che puntano nella direzione che il governo vuole coprire, con il ministro del coinvolgimento di giustizia Bekir Bozdag.

Certo l’evidenza suggerisce che Bozdag voleva sapere in anticipo dal produttore di gas sarin quando e se gli islamici avrebbero usato l’arma chimica.

“Quando ho letto l’atto d’accusa, ho visto chiaramente che queste persone hanno dei rapporti con la macchina istituzionale e l’industria chimica della Turchia e non hanno alcuna preoccupazione per l’attraversamento della frontiera. Per esempio in tabulati telefonici di Hayyam Kasap, si sente lui che parla del gas sarin molte volte, dicendo che gli atelier sono pronti per la produzione, e i materiali sono in attesa nei camion che presumibilmente portano soda “, ha detto RT.

Il parlamentare ha detto che ora si sente come se ci fosse una caccia alle streghe contro di lui, dopo aver affrontato il ministro della giustizia. Bozdag, secondo Erdem ha negato solo la parte dove riceve la notifica sulle operazioni in anticipo.

Le persone, colpite da quello che dicono gli attivisti si tratti di gas nervino, sono trattati in un ospedale nel quartiere Duma di Damasco del 21 agosto 2013. (Reuters) segnalazioni di un massiccio attacco chimico vicino a Damasco come riportato dagli osservatori delle Nazioni Unite in Siria
Inoltre, Erdem sostiene che l’Occidente ha volutamente accusato il regime di Bashar Assad per gli attacchi di agosto 2013 e lo ha usato come pretesto per rendere attivo l’intervento militare in Siria. Il parlamentare ha detto che le prove , secondo il suo giudizio, dimostra che l’ISS era responsabile.

“Per esempio l’attacco chimico a Ghouta. Ricorda. Si è sostenuto che le forze del regime . Questo attacco è stato condotto pochi giorni prima dell’operazione gas sarin in Turchia. Si tratta di un’alta probabilità che questo attacco è stato condotto con questi materiali di base forniti attraverso la Turchia. Si dice che le forze del regime siano responsabili, ma l’accusa dice che è l’ISIS. Gli Ispettori delle Nazioni Unite sono andati in loco, ma non sono riusciti a trovare alcuna prova. Ma in questo atto d’accusa, abbiamo trovato tutte le prove. Sappiamo che hanno usato il gas sarin, e il nostro governo lo sa “, ha detto.

LEGGI ANCHE  La verità della Guerra in SIRIA

Allo stesso tempo, Erdem ha anche accusato l’Occidente e l’Europa in particolare per la fornitura di “materiali di base” per creare una potente arma chimica.

“Tutti i materiali di base vengono acquistati dall’Europa. Le Istituzioni occidentali dovrebbero interrogarsi su queste relazioni. Fonti occidentali sanno molto bene chi ha effettuato l’attacco di gas sarin in Siria. Sanno chi sono queste persone, sanno che queste persone stanno lavorando per Al-Qaeda. “.

Come detto più volte , l’occidente sa bene cosa sta succedendo, e spostare il problema solo su un conflitto religioso o culturale è una bieca messa in scena per continuare a fare patti con uno stato islamico carnefice e sostenere i propri interessi economici a danno della povera gente.
Dietro a tutto questo ci sono solo interessi economici e politici, le grandi lobby dell’industria delle armi, del petrolio e del Gas, non vogliono perdere il controllo su quei territori e creano pressioni nei governi occidentali per spostare il problema e non risolverlo davvero.
Ma noi , si sa , siamo complottisti e vediamo il marcio dappertutto, o i veri complottisti sono coloro che pur vedendo il marcio fanno finta che sia tutto a posto?

A voi l’Ardua Sentenza.

Seguici anche sulla nostra pagina ufficiale Facebook.

SeguiIl Complotto

Pancia Piatta in 3 Settimane

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi